14 maggio 2007
Matteo Paolini

Organizzazione dei contenuti: cosa sono i tag e perche’ sono importanti

i tag sono importanti

I siti web 2.0 limitando, se non azzerando in certi casi, la necessità di conoscenze informatico/tecniche, fanno sì che ogni utente collegato alla rete sia potenzialmente in grado di produrre propri contenuti in rete.

Va da sé che, se si vuol recuperare successivamente il “lavoro” svolto, il passo successivo sia un’organizzazione di questi contenuti (foto, video, news o entry di blog ecc..).

Si crea quindi una folksonomia ovvero un sistema di classificazione creato dagli stessi utenti/fruitori della rete attraverso un sistema di etichette o tags che vengono poi condivisi, aggiornati e rivisti.

Il difetto principale del sistema folksonomico, dal punto di vista della condivisione e fruibilità da parte di altri utenti, è che i tag sono spesso ambigui, troppo personalizzati e inesatti anche se c’è chi sostiene che servano principalmente ad aiutare lo specifico utente che li propone.

I tags infatti non sono creati da specialisti dell’informazione quindi non possono seguire alcuna linea guida formale ubiqua. Ciò significa che le voci possono essere categorizzate con qualsiasi parola che definisca una relazione tra la risorsa online e un concetto che è possibile rintracciare unicamente nella mente dell’utente.

Quindi consumer is the king ma il consiglio che farei a tutti gli etichettatori è di pensarci bene prima di inserire un tag!

Ottimizzare/migliorare la qualità dei propri tagpotrebbe renderli riutilizzabili come parole chiave ricercabili da altri utenti migliorando non poco la rintracciabilità dei vostri contenuti…

Ecco perché il tagging, ovvero il processo di etichettatura, di cui si sente tanto parlare è così importante!

Se volete alcuni consigli per i vostri tag eccove qua alcuni ripresi da un interessante ricerca condotta da Robin Good:

  • usate il plurale piuttosto che il singolare (per i tag in inglese)
  • usate il minuscolo
  • raggruppate le parole usando la sottolineatura (cimatti_blog)
  • seguite le convenzioni di etichettatura iniziate da altri e aggiungete sinonimi
  • identificate i tag rilevanti per la vostra azienda.
  • Concludendo, la domanda da porsi è se sia preferibile avere dei tags popolari (ma forse non immediatamente intuitivi), oppure avere una più ampia diffusione di tags relativamente poco comuni ma che garantiscano una riflessione possibilmente più accurata o una più larga diffusione dei diversi punti di vista. Nelle folksonomie come altrove, la probabile risposta è “dipende“.

     

    1 commento

    1. francesco ha detto:

      Complimenti Paolini bell’articolo. Stai diventano un professore di internet.

     
     
     «
     

    Preferenze

    Preference cookies enable a website to remember information that changes the way the website behaves or looks, like your preferred language.

    Chiudi

    Statistiche

    These cookies are used to analyze our web traffic with Google Analytics. They allow us to count visits and traffic sources so we can measure and improve the performance of our site. They help us to know which pages are the most and least popular and see how visitors move around the site. All information these cookies collect is aggregated and therefore anonymous. If you do not allow these cookies we will not know when you have visited our site, and will not be able to monitor its performance.

    Chiudi

    Targeting

    These cookies are set by third parties such as YouTube or Twitter. They track your behavior such as playing videos or which tweets you have already viewed. If you do not allow these cookies you will not be able to watch videos on this website. These cookies may be used by the cookie provider to build a profile of your interests and show you relevant advertisements on other sites. They do not store directly personal information, but are based on uniquely identifying your browser and internet device.

    NameProviderPurposeExpiryType
    i/jot/syndicationtwitter.comThis cookie is set by Twitter when you view Tweets about the UX Conference that have been embedded into our UX Conference information.SessionPixel
    GPSyoutube.comRegisters a unique ID on mobile devices to enable tracking based on geographical GPS location.SessionHTTP
    PREFyoutube.comRegisters a unique ID that is used by Google to keep statistics of how the visitor uses YouTube videos across different websites.8 monthsHTTP
    VISITOR_INFO1_LIVEyoutube.comTries to estimate the users’ bandwidth on pages with integrated YouTube videos.179 daysHTTP
    YSCyoutube.comRegisters a unique ID to keep statistics of what videos from YouTube the user has seen.SessionHTTP
    @@History/@@scroll|#youtube.comUnclassifiedSessionHTML

    Chiudi