10 ottobre 2006
Andrea Cimatti

Web marketing e le parole

web marketing e le parole

Ormai sappiamo tutti che il web marketing su internet è diverso dal marketing tradizionale.

Internet è in flusso.

Costantemente raddoppia la sua dimensione. Il suo inesorabile avanzare è un po’ come una biscia che cambia pelle ogni volta che cresce.

È la più grande fonte d’informazione aggiornata su qualsiasi materia, specialmente su se stessa, e per lei l’informazione e la conoscenza non sono oggetti statici; sono materie fluide, sempre diverse. Da un secondo all’altro cambia il mondo e internet con esso.

Internet è un contenitore di parole collegate. La sua forma naturale è l’ipertesto. Non a caso le pagine che navighiamo su internet iniziano con http (HyperText Transfer Protocol) e il linguaggio che descrive le pagine web è l’HTML (HyperText Markup Language) ovvero linguaggio per la realizzazione di ipertesti.

Non prevedo che perda questa sua caratteristica nel futuro; il testo, e quindi le parole, saranno sempre indispensabili a internet e di conseguenza per il web marketing efficace. Se si vuole operare su internet, bisogna conoscere bene le parole: le parole del vocabolario, le parole del proprio settore, le parole utilizzate dagli specialisti, le parole di altre lingue, le parole aggregate in frasi, le parole più e meno utilizzate. Le parole su internet sono una fonte incessante di sorpresa e meraviglia. Esistono glossari, dizionari, database di sinonimi e contrari, traduttori automatici in diverse lingue. Esistono anche parole nate da internet – e-mail, blog – o che internet ha fatto sue – spam, web, forum.

I mattoni del web marketing sono le parole

Per fare web marketing e usare internet al massimo del suo potenziale, è importante sapere usare bene le parole. Le parole su internet sono diverse da quelle parlate o scritte ma hanno alcune somiglianze con entrambi. Se parlo con qualcuno il mio interlocutore, è presente e posso aggiustare il mio linguaggio, modulare il tono della voce, urlare, parlare sottovoce, parlare velocemente o lentamente. Non è così per internet. Non conosco il mio interlocutore e lo schermo del computer è freddo e inespressivo. Se scrivo un libro, ho i limiti della carta che impongono una sequenzialità ben precisa e quando il libro è stampato ogni parola è come se fosse stata scolpita nel marmo, fissa per l’eternità. Non così per internet. Le parole si moltiplicano e si scompongono si intrecciano in combinazioni infinite. Le parole su internet non sono mai scolpite nel marmo.

Prendiamo per esempio i motori di ricerca (Google, Yahoo, MSN). Quando digitiamo la nostra ricerca e premiamo cerca riceviamo in risposta pagine sempre diverse tra loro, un infinito numero di possibilità; un incrocio tra la parola scritta e la parola parlata che prende in considerazione sia l’autore sia il lettore.

Le parole sono così importanti ma cosi mutevoli che ho pensato di non inserire soltanto i nomi di siti internet dove trovare documentazione sulle materie trattate, ma di includere dei tag, o delle parole chiave che possono essere utilizzate su qualsiasi motore di ricerca per trovare informazioni in inglese e in italiano. Ad esempio per sapere qualcosa di più sui motori di ricerca, e come utilizzare i motori di ricerca consiglio di ricercare informazioni utilizzando i seguenti tag:

english: web marketing, searching, search techniques, search tools, search tutorial, seo challenge
italiano: esempi ricerca, strategie cercare, motori

Usate le parole che segnalo come tag  a tutto campo. Mescolatele fra loro, spezzettatele, usatele al singolare e al plurale. Sono e rimarranno solo una piccola frazione delle possibili parole che potrete utilizzare per approfondire un determinato argomento.

Le parole sono solo l’inizio di una strategia di web marketing

Saranno quindi le parole a condurci nel nostro percorso attraverso le strategie di web marketing.

A presto per la prossima puntata.

PS. L’immagine è uno screenshot di MSN Search con i risultati del 28 dicembre 2005 per la parola chiave “sistemi di allarme” con un nostro cliente in prima posizione.

 

I commenti sono chiusi.

 
 
 «